HOME arrow D.Lgs 231/01 e Codice Etico
Modello Organizzativo di Gestione e Controllo ai sensi del D.lgs 231/01 e S.M.I.
Il Decreto Legislativo 231/01, e successive modifiche e integrazioni, ha introdotto nel nostro ordinamento la “responsabilità amministrativa degli Enti” (società e, più in generale, altri soggetti, se pubblici solo economici, forniti o meno di personalità giuridica), per alcuni reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio da parte di soggetti appartenenti all’impresa o in rapporto di collaborazione con essa, sia che questi occupino posizioni apicali, sia che siano sottoposti all’altrui direzione.
Con l’entrata in vigore del decreto, Metronapoli S.p.A., sensibile all’esigenza di diffondere e consolidare la cultura della trasparenza e dell’integrità, nonché consapevole dell’importanza di assicurare condizioni di correttezza nella conduzione delle attività aziendali a tutela della posizione, della propria immagine e delle aspettative dei propri azionisti e della clientela, si è dotata di un "Modello organizzativo di gestione e controllo" finalizzato a prevenire l’insorgere dei reati richiamati dal suddetto decreto (primo modello approvato con Delibera del CdA del 17/02/2005, ultima revisione approvata con Determina dell’Amministratore Unico del 28/12/2011).
Il modello si compone di una parte generale che definisce: modello organizzativo, sistema di governance, sistemi di controllo preventivi e di verifiche, sistemi di comunicazione, formazione e informazione, sistema disciplinare e sanzionatorio, e di una parte speciale con specifici e differenti Protocolli di Controllo per ciascuna tipologia di reati rilevanti ai sensi del D.Lgs. 231/01 e s.m.i.
Parte integrante del modello stesso è il "Codice Etico", che rappresenta uno strumento di promozione della “deontologia aziendale”, che sebbene privo di una specifica proceduralizzazione, costituisce nell’ambito del Modello, quel corpus di norme interne mirate ad incentivare la cultura dell’etica e della trasparenza aziendale.